L’accessibilità è un diritto

Notizia |
L’accessibilità è un diritto

“I disabili italiani vorrebbero vedere e visitare alcuni posti in Italia, ma al momento non lo possono fare perché in parte non trovano un’accessibilità adeguata, ed in parte non trovano le informazioni relative a questa accessibilità”. Questo è quanto ci ha detto Roberto Bazzano, Presidente della Cooperativa Sociale Bandiera Lilla.

Potrebbe interessarti anche…

 

 

Il progetto “Bandiera Lilla” è nato nel 2012 con l’obiettivo di favorire il turismo da parte di persone con disabilità, premiando e supportando quei Comuni che, con lungimiranza, prestano una particolare attenzione a questo target turistico.

“Ci sono due ragioni per migliorare l’accessibilità”, continua Bazzano. “Una è etica. L’accessibilità è un diritto, uno deve avere il diritto di andare dove vuole. L’altra ragione, parlando di turismo, è di tipo economico. I comuni e le imprese private legate al turismo – alberghi, ristoranti, anche un semplice negozio, stabilimenti balneari, le terme – hanno un interesse diretto legato all’accessibilità. Le persone con disabilità vogliono divertirsi e sono disposte a spendere per farlo, ma devono trovare dei servizi accessibili”.

“Nella nostra esperienza con i comuni abbiamo rilevato che non è ancora diffusa la cultura dell’accessibilità, ovvero la cultura della progettazione accessibile. Molto spesso si tende a realizzare cose normali per le persone abili e poi alcune cose particolari per le persone disabili dimenticandosi che quello che è accessibile per una persona disabile, è accessibile a tutti”.

Simon Basten
Video: Marco Marcotulli

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.