Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

L’accessibilità è un diritto

Notizia |time pubblicato il
L’accessibilità è un diritto

“I disabili italiani vorrebbero vedere e visitare alcuni posti in Italia, ma al momento non lo possono fare perché in parte non trovano un’accessibilità adeguata, ed in parte non trovano le informazioni relative a questa accessibilità”. Questo è quanto ci ha detto Roberto Bazzano, Presidente della Cooperativa Sociale Bandiera Lilla.

Potrebbe interessarti anche…

 

 

Il progetto “Bandiera Lilla” è nato nel 2012 con l’obiettivo di favorire il turismo da parte di persone con disabilità, premiando e supportando quei Comuni che, con lungimiranza, prestano una particolare attenzione a questo target turistico.

“Ci sono due ragioni per migliorare l’accessibilità”, continua Bazzano. “Una è etica. L’accessibilità è un diritto, uno deve avere il diritto di andare dove vuole. L’altra ragione, parlando di turismo, è di tipo economico. I comuni e le imprese private legate al turismo - alberghi, ristoranti, anche un semplice negozio, stabilimenti balneari, le terme – hanno un interesse diretto legato all’accessibilità. Le persone con disabilità vogliono divertirsi e sono disposte a spendere per farlo, ma devono trovare dei servizi accessibili”.

“Nella nostra esperienza con i comuni abbiamo rilevato che non è ancora diffusa la cultura dell’accessibilità, ovvero la cultura della progettazione accessibile. Molto spesso si tende a realizzare cose normali per le persone abili e poi alcune cose particolari per le persone disabili dimenticandosi che quello che è accessibile per una persona disabile, è accessibile a tutti”.

Simon Basten
Video: Marco Marcotulli