Jönköping è la città più accessibile d’Europa, bene anche Firenze

Notizia |
Jönköping è la città più accessibile d’Europa, bene anche Firenze

Jönköping, in Svezia,  ha vinto l’Access City Award 2021, il premio assegnato alle città dell’Unione Europea con più di 50mila abitanti che promuovono maggiori attività e progetti accessibili per i disabili. Quest’anno premiata anche una città italiana: Firenze. 

Potrebbe interessarti anche…

50 città hanno presentato la loro candidatura, tra cui anche Bologna, tre in più rispetto all’anno scorso. Un grande successo se si considera che le candidature sono arrivate in piena pandemia Covid. Jönköping succede a Varsavia, nell’albo d’oro. Al secondo posto Gdynia (Polonia), al terzo posto nel 2019,  seguita da Bremerhaven (Germania). 

Jönköping è riuscita a fare continui miglioramenti nell’accessibilità coinvolgendo anche le associazioni delle persone con disabilità. Quest’ultime vengono coinvolte anche nella pianificazione e costruzione di case e uffici per poter garantire un’accessibilità al 100% di tutti gli edifici nuovi. Jönköping ha inoltre creato un Access City Award locale per aziende e organizzazioni che hanno lavorato con i loro clienti per migliorarne l’accessibilità.  

Firenze ha ricevuto una menzione speciale per aver reso accessibile il suo patrimonio storico. Il capoluogo toscano, una delle città più visitate al mondo, deve rendere accessibile luoghi e strutture che hanno centinaia d’anni e questo non è certo facile, ma grazie alla pianificazione, ha reso accessibili moltissimi luoghi turistici, migliorato il trasporto pubblico e ha il più alto numero di parcheggi per persone con disabilità d’Italia. 

Hanno avuto una menzione speciale anche Komotini (Grecia), per aver reso l’accessibilità un’opportunità per tutta la città, e Poznan (Polonia) per l’accessibilità dei servizi pubblici durante la pandemia. 

L’albo d’oro del Premio 

  • 2010-11 Avila (Spagna) 
  • 2011-12 Salisburgo (Austria) 
  • 2012-13 Berlino (Germania) 
  • 2013-14 Goteburg (Svezia) 
  • 2015 Boras (Svezia) 
  • 2016 Milano (Italia) 
  • 2017 Chester (Gran Bretagna) – Menzione speciale per Alessandria 
  • 2018 Lione (Francia) 
  • 2019 Breda (Olanda) – Premio Speciale a Monteverde 
  • 2020 Varsavia (Polonia) 
  • 2021 Jönköping (Svezia) – Menzione speciale per Firenze 

Simon Basten

Fonte: Commissione Europea

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.