MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

ISEE: l’INPS e il Ministero del Lavoro rispondono alle domande dei Caf

Notizia

PUBBLICATO

ISEE: l’INPS e il Ministero del Lavoro rispondono alle domande dei Caf

Il 10 luglio scorso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e l’INPS hanno aggiornato un documento che risponde alle domande più frequenti poste riguardo all’ISEE, l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Le domande sono state raccolte dalla Consulta nazionale dei CAF, i Centri di Assistenza Fiscale, a cui spetta la presentazione e la redazione delle Dichiarazione Sostitutive Uniche (Dsu) su cui si calcola lo stesso ISEE.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Una delle domande riguarda la retta per ospitalità alberghiera, ci si chiede se deve essere indicata al netto o al lordo delle spese per assistenza medica specifica. La risposta è contenuta nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri all’articolo 4, comma 4, lettera c: è detraibile senza le spese dell’assistenza medica specifica. Ricordiamo che il regolamento ISEE prevede che si possano detrarre le spese per la retta di ricovero solo per chi è non autosufficiente. Le spese di ricovero si possono detrarre sia che si tratti di una struttura pubblica sia di una privata.

Un altro quesito riguarda la detrazione delle spese per i disabili: le spese sanitarie, per l’acquisto di un cane guida, per i servizi di interpretariato da parte dei non udenti opportunamente indicate nella detrazione delle tasse, le spese mediche e di assistenza ai disabili. Esse vengono detratte solo se si presentano nella dichiarazione dei redditi e qualora si appartenga a una fascia di reddito bassa, fino a un massimo di 5mila euro. Le spese, dunque, non possono essere sottratte dall’ISEE.

Una delle domande presentate dal CAF riguarda la presentazione di una DSU richiedente prestazioni socio-sanitarie, per richiedere una prestazione generica (bonus gas) per la quale non è ammesso il nucleo ridotto, come fare? Si deve ripresentare una nuova dichiarazione standard con la richiesta, se in passato è stata presentata una DSU con nucleo ristretto, bisogna presentare una nuova DSU standard. Al contrario, se è già stata inviata una ISEE standard non si può legare a essa una DSU, va inviata una dichiarazione MB.1rid senza legarla alla dichiarazione standard.

Se si richiedono prestazioni socio-sanitarie da parte di un disabile non autosufficiente che abbia compiuto 18 anni, se si sceglie la composizione ristretta del nucleo familiare, la persona che è a carico non è influente, dunque, si potrà aggiungere nel quadro A del MB1rid la sua presenza.

La DSU MINI non si può presentare nel caso di disabili o persone non autosufficienti e nel caso in cui i minori abbiano genitori non coniugati o nel caso si richieda una prestazione di diritto universitario. Come si cambia dunque un dato nella DSU, cosa succede se la persona diventa disabile o se ci s’iscrive all’università? Se si deve cambiare un dato della propria DSU, si deve integrare con una nuova dichiarazione.

Infine, l’entrata in vigore del nuovo ISEE non cancella i benefici già concessi precedentemente.

Chiara Laganà

Fonte: Handylex

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI