Invalidità civile e accompagno: riforme in vista? No (aggiornato)

Notizia |
Fact checked
Invalidità civile e accompagno: riforme in vista? No (aggiornato)

Nel presentare il XX Rapporto annuale dell’Inps, il Presidente, Pasquale Tridico, ha parlato brevemente anche della disabilità, ipotizzando una possibile riforma dell’assegno di accompagnamento agganciandolo al reddito. Ma il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, ha smentito.

Potrebbe interessarti anche…

Gli invalidi civili al 100% con impossibilità a deambulare in maniera autonoma o che non sono in grado di svolgere gli atti della vita quotidiana e necessitano dell’assistenza continuativa di una persona, hanno diritto ad un’indennità  di accompagnamento, chiamata anche accompagno, erogata indipendentemente dal reddito e dall’età. 

Tridico, nella relazione che accompagna il rapporto, ha scritto: “Teniamo comunque a sottolineare come, sul piano metodologico, appaia convincente fondare la distinzione tra previdenza e assistenza sull’analisi della natura delle prestazioni di welfare. In questa chiave di lettura, tutte le prestazioni il cui diritto è condizionato all’esistenza di situazioni di bisogno economico rientrerebbero nella componente assistenziale della spesa sociale. Ciò risulta, peraltro, in linea con la prassi internazionale che distingue le prestazioni sociali basate sulla prova dei mezzi (means tested). Rientrano in quest’ambito le prestazioni finalizzate a favorire obiettivi di inclusione sociale, rivolte all’intera popolazione italiana in età lavorativa, come ad esempio il RdC [reddito di cittadinanza], o rivolte ai soli soggetti in condizioni di quiescenza, come ad esempio l’assegno sociale ai cittadini ultrasessantacinquenni sprovvisti di reddito e le integrazioni al trattamento minimo a favore dei pensionati. In questa prospettiva e in un’ottica di circoscrizione della spesa assistenziale, la nozione di prova dei mezzi va necessariamente ampliata per considerare non solo le prestazioni riconosciute sulla base delle condizioni economiche del beneficiario ma anche quelle il cui diritto scaturisce dall’accerta-mento della perdita o della riduzione della capacità lavorativa. In questi casi, la prova dei mezzi va riferita ad un deficit afferente alle condizioni di salute, come nel caso delle pensioni e delle indennità di accompagnamento agli invalidi civili, nonché dei trattamenti pensionistici di guerra”. 

In conclusione: “nel medio periodo … sarebbe necessario rivedere l’assegno di accompagnamento, modulandolo sul reddito e affiancando al contributo economico dei servizi di cura e assistenza alla persona”. 

Il Ministro Andrea Orlando, parlando al convegno della Fish (Federazione Italiana Superamento Handicap), ha però detto che il governo non ha nessuna intenzione di rivedere l’indennità di accompagnamento.

Tridico ha anche parlato dell’invalidità civile: “nel breve periodo emerge l’esigenza post Covid di rivedere il processo di accertamento dell’invalidità, oggi frammentato e canalizzato su diversi attori istituzionali. Sarebbe giusto accentrare il processo di accertamento della malattia in Inps, evitando quello presso le ASL, semplificando le commissioni, per dare omogeneità di giudizio e tempi certi e brevi nelle decisioni”. 

Fonte: Vita, Inps

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.