Inps introduce la delega all’identità digitale

Notizia |
Fact checked
Inps introduce la delega all’identità digitale

L’Inps ha fatto sapere che dal 1 ottobre 2021  consentirà l’accesso ai propri servizi digitali anche attraverso la delega dell’identità digitale, oltre che attraverso SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta Elettronica Digitale) e CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Questo perché dal 30 settembre 2021 non sarà più possibile autenticarsi sul sito e sulla app INPS tramite PIN, ma solo attraverso SPID, CIE o CNS. 

Potrebbe interessarti anche…

Che cos’è la delega digitale 

La delega dell’identità digitale è lo strumento tramite cui gli utenti impossibilitati a utilizzare in autonomia i servizi online dell’INPS possono delegare una persona di fiducia all’esercizio dei propri diritti nei confronti dell’Istituto. 

È anche lo strumento attraverso il quale i tutori, i curatori, gli amministratori di sostegno e gli esercenti la potestà genitoriale possono esercitare i diritti dei rispettivi soggetti rappresentati e dei minori. 

La delega nasce soprattutto per rispondere alle esigenze di quei soggetti deboli che si affidano a familiari o a soggetti di fiducia cui poter delegare tutti gli atti di loro competenza e non solo specifici adempimenti.  

Come funziona 

Ogni persona può designare un solo delegato. Ogni delegato può essere designato tale da non oltre cinque persone ma questo limite non si applica ai tutori, ai curatori e agli amministratori di sostegno. 

In occasione dell’attribuzione della delega, il delegante può definirne il termine di validità. In assenza di una data di fine della validità, la delega è attiva a tempo indeterminato, fermo restando la facoltà del delegante di revocare la delega in qualsiasi momento anche attraverso la propria identità digitale, ad esclusione dei soggetti sotto tutela, curatela, amministrazione di sostegno. 

Il delegato può accedere ai servizi dell’INPS al posto del delegante. A tal fine, dovrà autenticarsi con le proprie credenziali SPID/CIE/CNS e successivamente scegliere se operare in prima persona oppure al posto e per conto del delegante. Le attività svolte dal delegato al posto del delegante sono tracciate. 

La delega, qualora sia già registrata, è valida anche per richieste presso gli sportelli dell’INPS dopo l’identificazione del delegato con il proprio documento di identità. 

Come fare la domanda 

La richiesta di delega può essere effettuata direttamente dal delegante presso una qualsiasi sede territoriale dell’INPS, esibendo la seguente documentazione: 

  • modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale; 
  • copia del documento di riconoscimento del delegante. 

Si ricorda che i servizi degli sportelli di sede sono disponibili esclusivamente su prenotazione.

L’operatore INPS, dopo aver accertato l’identità del richiedente, provvederà a registrare la delega nel sistema. Dopo la registrazione, laddove siano presenti i contatti telematici (email, cellulare), il sistema invierà una notifica al delegato e al delegante. 

È consentita la richiesta della registrazione della delega da parte di persona diversa dal delegante esclusivamente nei seguenti casi: 

  • i tutori, i curatori e gli amministratori di sostegno possono richiedere la delega autocertificando la rappresentanza legale, ovvero producendo la documentazione atta a provarla. In caso di autocertificazione, la delega potrà essere registrata solo all’esito delle verifiche di veridicità delle dichiarazioni rese, presso l’autorità competente. In questo caso il richiedente deve esibire la seguente documentazione: 
    • modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale per tutori, curatori, amministratori di sostegno e minori; 
    • copia del documento di riconoscimento del richiedente; 
    • copia del documento di riconoscimento del tutelato; 
    • autocertificazione o copia del provvedimento di nomina emesso dal giudice; 
  • gli esercenti la potestà genitoriale possono richiedere la registrazione della delega per conto del minore. In tal caso il richiedente deve esibire la seguente documentazione: 
    • modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale per tutori, curatori, amministratori di sostegno e minori; 
    • copia del documento di riconoscimento del richiedente; 
    • autocertificazione attestante la potestà genitoriale; 
  • le persone allettate per lunga durata, ricoverate o impossibilitate a recarsi presso gli sportelli dell’Istituto a causa di patologie, possono richiedere la registrazione della delega anche attraverso il delegato che dovrà produrre la seguente documentazione: 
    • modulo di richiesta di registrazione della delega dell’identità digitale per impossibilitati a recarsi presso la sede INPS per motivi di salute; 
    • attestazione sanitaria prodotta da un medico del SSN attestante l’impossibilità del delegante a recarsi presso la sede INPS; 
    • documento di identità originale del delegante; 
    • copia del documento di identità del delegato. 

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.