MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Dal Giappone un Taxi per le persone disabili

Notizia

PUBBLICATO

Dal Giappone un Taxi per le persone disabili

Se qualcuno, vedendo quella forma un po’ sproporzionata che però cela uno spazio enorme, ha già pensato alla macchina ideale per la famiglia, purtroppo deve abbandonare la sua idea, perché il Toyota JPN Taxi è un’esclusiva per il mercato giapponese. Inoltre, è un veicolo adibito esclusivamente per un uso business, ovvero taxi, come indicato dal nome.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Per la progettazione del veicolo, gli ingegneri della Toyota hanno cercato la massima praticità d’utilizzo, attraverso la realizzazione di tanti elementi, in particolare il pavimento piatto e la porta posteriore scorrevole motorizzata. Naturalmente, senza rinunciare alle dotazioni di sicurezza come il Toyota Safety Sense C e sei airbag.

L’obiettivo dei tecnici Toyota è stato centrato in pieno: il JPN Taxi facilita al massimo anche l’entrata e l’uscita di anziani, bambini e persone in carrozzina. Altri dettagli sono stati pensati per i tassisti, come il posizionamento del tassametro e del GPS in una posizione ben visibile ai passeggeri e per la sicurezza, come i montanti anteriori sottilissimi e gli specchietti retrovisori montati in posizione  avanzata. Molte caratteristiche del JPN Taxi meriterebbero di essere trasferite alla maggior parte delle auto di tutti i giorni, ma il design ne risentirebbe, rendendo i veicoli poco attraenti per la potenziale clientela. Per la motorizzazione, la Toyota, come da consolidata tradizione, ha scelto un propulsore ibrido, con quello termico alimentato a benzina e GPL, per ridurre al minimo sia i costi di gestione sia le emissioni.

Patrizia Terrasi