Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Che cos’è il bonus sociale?

Notizia |time pubblicato il
Che cos’è il bonus sociale?

Il cosiddetto “bonus sociale” è uno sconto per le bollette di luce, gas e acqua destinato alle famiglie in condizione di disagio economico e fisico ma anche a quelle numerose, garantendo un risparmio sulla spesa annua. I tre bonus possono essere sia cumulabili, sia richiesti singolarmente.

Potrebbe interessarti anche…

Bonus Energia Elettrica

Hanno diritto al Bonus Energia Elettrica le famiglie con disagio economico certificato dall’ISEE, le famiglie in cui uno dei componenti del nucleo familiare abbia un disagio fisico certificato dall’ASL e nel caso in famiglia ci sia una persona in gravi condizioni di salute che viene mantenuto in vita da apparecchiature domestiche elettromedicali.

Il valore del bonus elettrico nel caso di disagio economico varia da un minimo di €125 fino a un massimo di €173 in base al numero dei componenti della famiglia e viene aggiornato annualmente da parte dell’Autorità.

Il valore del bonus per disagio fisico è articolato in tre livelli che dipendono da: potenza contrattuale, apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e tempo giornaliero di utilizzo.

€/anno per punto prelievo

anno 2021FASCIA MINIMAFASCIA MEDIAFASCIA MASSIMA
extra consumo rispetto a utente tipo (2700/kWh/anno)fino a 600 kWh/annotra 600 e 1200 kWh/annooltre 1200 kWh/anno
fino a 3 kW€ 189€ 311€ 449
oltre 3 kW (da 4,5 kW in su)€ 442€ 559€ 676

L'assegnazione a uno dei tre livelli viene calcolato dal sistema informatico che gestisce le agevolazioni sulla base di quanto certificato dalla ASL. Nel caso in cui la ASL non barri le caselle relative ai macchinari usati e alle ore di impiego, il sistema assegna la fascia minima.

Il bonus viene scontato direttamente nella bolletta e suddiviso nelle diverse bollette corrispondenti ai consumi dei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda.

Bonus Gas

Il Bonus Gas è riservato alle famiglie con basso reddito e a quelle numerose. Hanno diritto allo sconto in bolletta clienti domestici diretti (intestatari del contratto di fornitura), con la riduzione riconosciuta in bolletta, clienti domestici indiretti che utilizzano un impianto condominiale, che avranno un bonifico in un’unica soluzione, e i clienti misti.

L’importo del bonus dipende dalla categoria d’uso, la zona climatica di appartenenza del punto di fornitura e al numero delle persone in famiglia e ammonta da un minimo di €32 ad un massimo di €264.

Bonus Idrico

Il Bonus Idrico è disponibile per le famiglie in condizioni di disagio economico e sociale e consente agli utenti domestici di non pagare il quantitativo ritenuto vitale per il soddisfacimento dei bisogni essenziali. Tale quantitativo minimo è fissato in 50 litri al giorno per singola persona (corrispondenti a 18,25 mc/abitante/anno).

Il bonus non è però uguale per tutti perché le tariffe idriche sono diverse a livello nazionale. Per vedere quanto è il bonus, l’utente dovrà consultare il proprio gestore.

Chi ne ha diritto

Per usufruire dei bonus l’indicatore ISEE non deve superare €8.265. Nel caso di famiglie con più di tre figli a carico, l’ISEE non deve superare €20.000. Hanno diritto al bonus i titolari di Reddito di Cittadinanza e Pensione di Cittadinanza anche se l’ISEE supera €8.265 nel caso di luce e gas ma non per i Bonus Idrico.

Possono ottenere il bonus tutti i clienti domestici affetti da grave malattia o i clienti domestici con fornitura elettrica presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia, costretto a utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita. La lista delle apparecchiature è disponibile a questo link.

Novità 2021

A partire dal primo gennaio 2021 i cittadini non dovranno più presentare domanda per ottenere i bonus per disagio economico relativamente alla fornitura di energia elettrica, di gas naturale e per la fornitura idrica presso i Comuni o i CAF, i quali non dovranno accettare più domande. Sarà sufficiente richiedere l’attestazione ISEE. Se il nucleo familiare rientrerà nelle condizioni che danno diritto al bonus, l'INPS, in conformità a quanto previsto dalla normativa sulla privacy, invierà i dati necessari al Sistema Informativo Integrato (SII) gestito dalla società Acquirente Unico, che incrocerà i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di elettricità, gas e acqua consentendo l’erogazione automatica del bonus agli aventi diritto.

Non sarà invece erogato automaticamente il bonus per disagio fisico, il quale continuerà a essere gestito da Comuni e/o CAF.

Domanda disagio fisico

La domanda per accedere ai Bonus per disagio fisico va presentata presso il Comune di residenza del titolare della fornitura (anche se diverso dal malato) utilizzando gli appositi moduli o presso un altro ente designato dal Comune (CAF, Comunità montane)

Il cliente deve essere in possesso di:

  • un certificato ASL che attesti:
    • la situazione di grave condizione di salute;
    • la necessità di utilizzare le apparecchiature elettromedicali per supporto vitale;
    • il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero;
    • l'indirizzo presso il quale l'apparecchiatura è installata;
  • il documento di identità e il codice fiscale del richiedente e del malato se diverso dal richiedente;
  • il modulo B compilato.

E’ inoltre necessario avere a disposizione alcune informazioni reperibili in bolletta o nel contratto di fornitura:

  • codice POD (identificativo del punto di consegna dell'energia). Il codice POD, è un codice composto da lettere e numeri, che inizia con IT e identifica in modo certo il punto fisico in cui l'energia viene consegnata dal fornitore e prelevata dal cliente finale. Il codice non cambia anche se si cambia fornitore;
  • la potenza impegnata o disponibile della fornitura.

Per la richiesta del bonus, non è possibile utilizzare altre forme di certificazione delle situazioni invalidanti, quali ad esempio i certificati di invalidità civile.

E’ disponibile un numero verde presso il call center dello Sportello per il Consumatore Energia e Ambiente per i cittadini per avere informazioni e per ricevere assistenza: 800166654.

Simon Basten

Fonti: Bonus Energia, Arera, Caf Cgil, Studio Cataldi