Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Benzina: prezzi ridotti per le persone con disabilità motorie

Notizia |time pubblicato il
Benzina: prezzi ridotti per le persone con disabilità motorie

Dal 1° Febbraio 2020 le persone con disabilità motorie possono usufruire di prezzi ridotti sul prezzo del carburante grazie all’accordo tra la Federazione delle Associazioni Italiane delle Persone con lesione del midollo spinale (FAIP Onlus), l’Unione Petrolifera, in rappresentanza dei titolari degli impianti di distribuzione carburanti ad essa aderenti, e i gestori rappresentati dalle Associazioni di categoria FAIB Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio.

Potrebbe interessarti anche…

L’accordo prevede che da febbraio 2020, gli automobilisti con disabilità che si fermeranno presso gli impianti di distribuzione carburanti contrassegnati dall’apposito logo "Self per tutti", potranno fare rifornimento con l’aiuto dell’operatore, ma al prezzo ridotto del self service. La persona con disabilità avrà diritto allo sconto sia se il carburante venga distribuito da un operatore, che dovrà comunque accertare la disabilità, sia se il disabile esegua direttamente il rifornimento.

“Per gli automobilisti in condizione di disabilità motoria andare presso una stazione di servizio per rifornirsi di carburante utilizzando la modalità self-service può risultare molto gravoso senza l’assistenza di personale. Ciò limita la loro possibilità di accedere a tali modalità di servizio che vengono offerte invece alla generalità degli automobilisti”, ha detto Claudio Spinaci, Presidente dell’Unione Petrolifera. Questo accordo “vuole essere un segno concreto verso la rimozione degli eventuali ostacoli e barriere ai servizi offerti sulla rete carburanti, facendo nostri i principi indiscussi di non discriminazione e di pari opportunità, favorendo e promuovendo l’inclusione sociale”.

“Si tratta di un’iniziativa che innanzitutto consentirà alle persone con disabilità un sicuro risparmio economico. Va detto infatti che l’utilizzo dell’autovettura, per le persone con lesione midollare, è sinonimo di autonomia e libertà di movimento e intervenire quindi sul risparmio per la spesa del carburante potrà certamente aiutare i tanti che utilizzano il proprio veicolo per il lavoro e/o per il tempo libero”, ha dichiarato Vincenzo Falabella, Presidente della FAIP.

Per usufruire del prezzo ridotto è necessario che la persona con disabilità sia in possesso del proprio CUDE (Contrassegno Unificato Disabili Europeo), apposto sulla parte anteriore del veicolo, come previsto dalle vigenti norme in materia, oltre ad essere alla guida del veicolo stesso, ma impossibilitato, a causa della sua condizione di disabilità, ad effettuare il rifornimento in maniera autonoma.

Più di 430 stazioni di servizio ENI, Q8 e Tamoil aderiscono all’iniziativa e la guida con gli impianti divisi per regioni, province e comuni si può trovare a questo link.

Simon Basten

Fonti: UP, Money.it, NotizieOra.it, Superando