MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Un aiuto Papale per la spiaggia accessibile La Madonnina a Focene

Notizia

PUBBLICATO

Un aiuto Papale per la spiaggia accessibile La Madonnina a Focene

Papa Francesco regala un contributo speciale per coprire un anno d’affitto alla spiaggia accessibile “La Madonnina” a Focene, frazione di Fiumicino, a due passi da Roma. Una spiaggia dove “si riscopre l'importanza della cura dell'altro, la riscoperta dell'unicità dell'essere umano a prescindere che sia disabile o normodotato e si riscopre quanto ogni individuo è fonte di benessere per l'altro, se solo si pone in ascolto delle esigenze altrui”, sottolinea l’Associazione Opera San Luigi Gonzaga che gestisce lo stabilimento.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Questo dono, accolto con entusiasmo e stupore, è arrivato dall’elemosiniere del Papa, S. E. Mons. Konrad Krajewski, che ha devoluto questo contributo a nome del Santo Padre a sostegno del progetto sociale a favore dei ragazzi disabili, in particolare per coprire le spese dell'affitto annuale.

Lo stabilimento La Madonnina, aperto a tutti, perché accessibile a tutti, sorge a Focene, frazione di Fiumicino, a due passi da Roma. La spiaggia è una colonia marina situata nel lido di Focene capace di garantire – sia per le strutture che per il personale – un'adeguata accoglienza alle persone disabili. Nata dall'Associazione Opera San Luigi Gonzaga nel 2011, “La Madonnina” (www.spiaggialamadonnina.it) è gestita totalmente da volontari, vi è garantito un presidio medico con due medici e del personale specializzato proveniente dalla Federazione Italiana Nuoto Paralimpico che, a seconda delle necessità di ogni specifica persona, adotta tutti gli strumenti per rendere piacevole e sicura la balneazione. Dispone di una passerella, carrozzine J.O.B., bagni accessibili, un bar e tanti volontari che danno una mano. Tutto il ricavato viene re-investito nella struttura. Alla base l'idea di creare non uno stabilimento “ghetto”, ma una spiaggia senza barriere sia architettoniche che mentali, dove tutti possano godere insieme del mare ed i suoi tantissimi benefici e il cui ricavato viene reinvestito nel progetto stesso.

La Fondazione Cesare Serono aveva fatto visita allo stabilimento nel 2016 nell’ambito del reportage sulle spiagge accessibili del Lazio. Abbiamo trovato una spiaggia veramente accessibile, senza barriere di alcun tipo, dove prevale il senso di comunità, di aggregazione e di integrazione.

 

 

Il Santo Padre, si legge nel testo del messaggio, ha impartito la benedizione ai volontari e in special modo alle persone disabili e alle loro famiglie che frequentano lo stabilimento.

“Da quando abbiamo iniziato questa avventura”, hanno fatto sapere dall’Associazione, “abbiamo cominciato a respirare un'aria nuova, un'atmosfera dove si percepisce "amore" che a sua volta genera altro "amore", amore per il prossimo e amore per la vita”.

Simon Basten

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI