Agenzie delle entrate: chiarimenti su acquisto auto con Iva agevolata

Notizia |
Fact checked
Agenzie delle entrate: chiarimenti su acquisto auto con Iva agevolata

Interessante precisazione dell’Agenzia delle Entrate in risposta a una società venditrice di auto che doveva vendere un’automobile a un minore con disabilità, riportante la grave limitazione alla capacità di deambulare e con reddito inferiore al limiti di legge, ma con padre disoccupato. 

Potrebbe interessarti anche…

La società chiedeva se, ai fini dell’applicazione dell’aliquota IVA agevolata alla cessione di un’autovettura, il soggetto disabile minorenne, privo di reddito, può considerarsi fiscalmente a carico di un altro soggetto (nel caso specifico, il padre) privo di reddito e con quale documento tale circostanza possa essere dimostrata e se, in alternativa, sia possibile intestare la vettura al minore anche qualora il pagamento venga effettuato dal genitore. 

L’Agenzie delle entrate ha risposto che ci sono le condizioni per l’applicazione dell’IVA agevolata da parte del familiare visto che, come dimostrato, il figlio è fiscalmente a carico del genitore.  

Per quanto riguarda la documentazione necessaria a provare che il minore è fiscalmente a carico del genitore, l’Agenzia sottolinea che la Risoluzione n. 6 del 2006 precisa che “per quanto concerne la documentazione richiesta, si rammenta che, qualora il disabile risulti possessore di un reddito lordo non superiore a euro 2.840,51 (euro 4000 dal 2009) oltre alla certificazione attestante la condizione di disabilità, è necessario allegare una copia dell’ultima dichiarazione dei redditi presentata dal familiare che, avendo fiscalmente a carico il portatore di handicap, risulterà essere l’intestatario del veicolo agevolato. In alternativa alla presentazione della copia della dichiarazione dei redditi, è comunque possibile presentare un’autocertificazione, ai sensi dell’art.46, comma 1, lett. o), del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, approvato con D.P.R. 28 dicembre 2000,n. 445. Ai fini IVA, va altresì presentata una dichiarazione sostitutiva di atto notorio in cui si attesti che nel quadriennio anteriore alla data di immatricolazione della vettura non è stato acquistato altro veicolo con analoga agevolazione”.  

Per quanto riguarda intestare la vettura al minore anche qualora il pagamento del veicolo sia effettuato dal genitore, la risposta è che “le norme in argomento sono molto chiare sul punto e richiedono che l’intestazione del veicolo sia effettuata in alternativa o in capo al disabile, se titolare di reddito proprio, o in capo al soggetto di cui il disabile sia a carico”. 

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.