MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Abbattere le barriere architettoniche adottando una piazza

Notizia

PUBBLICATO

Abbattere le barriere architettoniche adottando una piazza

Adottare una piazza, renderla vivibile per tutta la comunità abbattendo le barriere architettoniche. Questo è quello che ha iniziato a fare la S.S. Lazio Atletica adottando Piazza della Libertà, la sede storica dove è nata la polisportiva nel lontano 1900.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

“La piazza era ridotta fino a qualche mese fa in degrado, semi abbandonata e mal frequentata”, ha detto il Vice Presidente della Lazio Atletica, Giovanni Carrara. “Noi l’abbiamo presa in carico e cominciato a mantenere decoro e pulizia come obbiettivo di breve periodo. Nel lungo periodo vorremmo renderla bella anche dal punto di vista architettonico con illuminazione e abbattimento delle barriere architettoniche”. “A Roma, Capitale d’Italia, in questa piazza non esiste l’accesso per i disabili. E’ una delle prime richieste che abbiamo fatto nel nostro memorandum al primo municipio”, ha sottolineato il Presidente della Lazio Atletica, Gianluca Pollini.

Tutto questo grazie ad un bando del Primo Municipio di Roma. “Per far ritornare Roma al suo splendore c’è bisogno di tanta manutenzione” ha sottolineato il Presidente del Primo Municipio, Sabrina Alfonsi. “Dobbiamo condividerla con Enti e Fondazioni private che possono contribuire in qualche maniera al bene collettivo. Il bando Nuova Linfa permette a enti privati di prendere in adozione  delle piazze e aree verdi. Per noi è un modo per far rivivere il parco alla cittadinanza”. Possono presentare proposte di intervento singoli, associazioni, cooperative sociali, comitati di quartiere, condomini, imprese pubbliche e private, organi di diritto privato, pubblico o di rilevanza pubblica, disponibili a sponsorizzare o svolgere attività di cura di una o più aree verdi pubbliche appartenenti alle diverse tipologie quali parchi, giardini, aiuole, rotonde, spartitraffico, aree giochi, aree cani, ecc., al fine della riqualificazione e/o manutenzione per un periodo di tempo minimo di un anno fino ad un massimo di tre anni.

Un primo evento, in Piazza della Libertà, si è svolto il 30 Aprile all’insegna della salute con il patrocinio del Ministero della Salute. Erano presenti: un presidio Avis per la donazione del sangue, un punto per il controllo gratuito della glicemia, una postazione per eseguire il test baropodometrico ed un medico sportivo a disposizione per qualsiasi domanda.

Simon Basten
Riprese: Marco Marcotulli

 

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI