Malattia di Parkinson

|
Malattia di Parkinson

Infine, come per le altre tre patologie e condizioni cliniche che causano disabilità  nell’età  evolutiva e giovane/adulta, anche alla malattia di Parkinson, specifica dell’età  adulta/anziana, è stato dedicato uno specifico approfondimento nell’indagine di popolazione.

Potrebbe interessarti anche…

Rispetto alle altre patologie e condizioni cliniche considerate la malattia di Parkinson ha goduto di una visibilità  forse migliore negli ultimi anni, dal momento che diversi personaggi molto noti ne sono stati colpiti, suscitando l’interesse e l’attenzione dei media, e certamente spicca tra questi Papa Giovanni Paolo II.

Ma il quadro delle conoscenze diffuse tra gli italiani, nonostante la “migliore” esposizione mediatica non risulta più confortante. Di nuovo, infatti, al di là  di una informazione molto generica, la confusione e la superficialità  caratterizzano in modo evidente anche le risposte fornite dal campione a proposito di questa patologia.

E’ il 93,2% degli intervistati che hanno indicato di conoscere il Parkinson, infatti, a sapere che questa malattia causa una serie di disturbi e difficoltà  del movimento, ed è il 64,3% a considerare falsa l’affermazione secondo la quale la malattia di Parkinson colpisce indifferentemente persone di tutte le età , dimostrando di fatto di considerare correttamente questa come una patologia tipica dell’età  anziana (nonostante i casi giunti all’attenzione dei media di persone note colpite in età  giovanile) (fig. 9).

Fig. 9 – Le conoscenze e le opinioni corrette a proposito della malattia di Parkinson, per classe d’età  (val. %)
Il Parkinson causa una serie di disturbi e difficoltà  di movimentoparkinson disabilità

 

Il Parkinson colpisce indifferentemente persone di tutte le età
sclerosi multipla disabilità 2

 

Ma è quasi la totalità  dei rispondenti (89,4%) a concordare con l’affermazione per cui le persone colpite dal Parkinson soffrono di un tremore incontrollabile che impedisce loro di condurre una vita normale.

Dunque il tremore, che rappresenta uno dei sintomi più caratteristici del Parkinson, ma certamente non l’unico e soprattutto non il più grave o il più invalidante, diventa nell’immaginario collettivo il sintomo, e si sovrappone a tutte le altre caratteristiche e limitazioni, reali, che le persone colpite dal Parkinson vivono.

Ancora più preoccupante, in termini di qualità  dell’informazione sulla malattia, è il dato per cui quasi 2 intervistati su 3 (il 61,0%) confondono inequivocabilmente la malattia di Parkinson con quella di Alzheimer, per cui sono convinti che i primi sintomi della malattia siano perdite di memoria e disorientamento nel tempo e nello spazio, e questo avviene tra rispondenti che pensano di sapere cos’è il Parkinson, a prescindere dai titoli di studio (fig. 10).

Fig. 10 – Le conoscenze e le opinioni scorrette a proposito della malattia di Parkinson, per titolo di studio (val. %)
Le persone colpite dal Parkinson soffrono di un tremore incontrolabile che impedisce loro di condurre una vita normale
parkinson disabilità 3

 

I primi sintomi del Parkinson sono perdita di memoria e disorientamento nel tempo e nello spazio
sclerosi multipla disabilità 4

 

 

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.