MENU SEZIONE

Come viene calcolata l’ISEE?

Vediamo come viene calcolato l’Indicatore della situazione economica equivalente, l'ISEE.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

L’ISEE è il rapporto tra l’indicatore della situazione economica (ISE) e la Scala di Equivalenza.

Per il calcolo del reddito viene incluso (entro un valore massimo):

  • gli assegni al coniuge e ai figli;
  • il 20% del reddito da lavoro dipendente o da pensione;
  • spese per i disabili (con valore diverso a seconda del grado di disabilità);
  • una quota degli affitti;
  • una franchigia sulle abitazioni di proprietà;
  • gli interessi derivanti da investimenti in prodotti finanziari.

Possiamo vedere nella seguente tabella il parametro che viene indicato dalla Scala di Equivalenza.

SCALA DI EQUIVALENZA
Numero dei componenti del nucleo familiare Parametro
1 1,00
2 1,57
3 2,04
4 2,46
5 2,85

 

Le maggiorazioni del parametro:

  • +0,35 per ogni ulteriore componente del nucleo familiare dopo il quinto
  • +0,5 per ogni componente con disabilità media, grave o non autosufficiente
  • +0,2 in caso di presenza nel nucleo di tre figli, +0,35 in caso di quattro figli, +0,5 in caso di almeno cinque figli
  • +0,2 per nuclei familiari con figli minori, elevata a +0,3 in presenza di almeno un figlio di età inferiore a tre anni compiuti, in cui entrambi i genitori o l’unico presente abbiano svolto attività di lavoro o di impresa per almeno sei mesi nell’anno di riferimento dei redditi dichiarati. La maggiorazione si applica anche in caso di nuclei familiari composti esclusivamente da genitore solo non lavoratore e da figli minorenni. Ai soli fini della maggiorazione, fa parte del nucleo familiare anche il genitore non convivente, non coniugato con l'altro genitore, che abbia riconosciuto i figli, a meno che non ricorrano casi specifici
  • per la determinazione del parametro della scala di equivalenza, il componente del nucleo, che sia beneficiario di prestazioni sociosanitarie residenziali a ciclo continuativo o si trovi in convivenza anagrafica e non sia considerato nucleo familiare a se stante, incrementa la scala di equivalenza, calcolata in sua assenza, di un valore pari ad +1.

Vedere anche:

Fonti: Inps, Ministero del Lavoro, Guida Fisco