Fondazione Cesare Serono
FONDAZIONE CESARE SERONO

L'informazione è salute

Salute, diritto alla vita, abilitazione e riabilitazione

Salute, diritto alla vita, abilitazione e riabilitazione

Già nel 2013 era stato manifestato il sostegno alla frase prenatale e neonatale relativa elle politiche della salute delle persone con disabilità, integrazione socio-sanitaria, un punto unico di accesso ai servizi e altri interventi in ambito di abilitazione e riabilitazione continua. Molte di queste misure non sono state ancora raggiunte.

Potrebbe interessarti anche…

Inoltre molte delle politiche sanitarie sono ancora incentrare sulla malattia e non sulla persona con disabilità. Il processo di integrazione è ben lontano e in alcune aree dell’Italia è ancora difficile costruire progetti ad hoc e personalizzati.

Sono poi pochi i servizi di diagnosi precoce, screening neonatale, è carente la raccolta del consenso informato, non è valorizzato l’empowerment. Inoltre si continua a manifestare il principio della compensazione della menoamazione, principio che si continua a manifestare anche nell’erogazione dei servizi. Insomma, in parole povere, ogni aspetto non risponde a quanto richiesto dalla Convenzione ONU e si tende a ricorrere troppo spesso a istituzioni o a politiche del dopo e durante noi.

Il programma d’azione, al contrario, favorisce interventi in vari ambiti per favorire l’accesso alle cure, condividere un’azione programmatica, garantire processi di cura basati sull’evidenza scientifica, adeguare le norme e l’amministrazione alla Convenzione e rivedere anche le forme di approvvigionamento ed erogazione di ausili.

La prima azione è la definizione dei LEA, bisogna definire l’accesso alle cure e deve essere eguale in tutto il Paese con un nuovo nomenclatore delle protesi e degli ausili; l’identificazione dei LEA, l’approvazione della Legge stabilita e l’attuazione degli stessi LEA e del dopo di noi. Un’operazione che interessa i ministeri del Lavoro e delle Politiche Sociali e quello della Salute in collaborazione con le Regioni, gli Enti Locali, gli Assessorati alla Sanità, le ASL, gli ospedali, i medici di Medicina Generale, le Organizzazioni delle persone con disabilità e altre del Terzo Settore, l’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali (AGENAS) e l’ISS. Non sono previsti costi aggiuntivi.

La seconda riguarda la stesura di linee guida che riguardano azioni sviluppo, dell’integrazione sociosanitaria, di miglioramento dell’efficacia dell’azione programmatica. Si deve ideare un’azione programmatica e continuativa, estesa e integrata con gli interventi socio-sanitari dedicati alle persone con disabilità. La lunga lista d’azioni specifiche sarà messa in atto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e della Salute in collaborazione con le Regioni, gli Enti Locali, le ASL, le organizzazioni di medici di Medicina generale, le Organizzazioni delle persone con disabilità e altre del Terzo Settore, l’AGENAS) e l’ISS. Non sono previsti costi aggiuntivi, il processo di revisione punta, invece, a rendere più efficace la spesa.

La terza azione riguarda lo sviluppo di strumenti regolamentari, indagini tematiche e sistema informativo, sono interventi amministrativi generali e operativi tesi a garantire  processi di cura e assistenza basati sull’evidenza scientifica e sulla valutazione degli esiti. Promossa dai ministeri del Lavoro e delle Politiche Sociali e quello della Salute in collaborazione con le Regioni, gli Enti Locali, gli Assessorati alla Sanità, i medici di Medicina Generale, le Organizzazioni delle persone con disabilità e altre del Terzo Settore, l’Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali (AGENAS) e ISTAT. Questa linea d’intervento va contestualizzata all’interno degli ordinari processi di pianificazione e budget.

Le altre linee d’azione del Programma d’azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità:

Sezione a cura di Chiara Laganà

Fonte: Gazzetta Ufficiale

Contatta l'esperto

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda
Iscriviti alla newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi gli aggiornamenti

Iscriviti