MENU SEZIONE

Stadi avanzati del danno epatico da alcool

In qualsiasi tessuto dell'organismo, ad un danno creato da un'infezione o da una infiammazione fa seguito una "cicatrizzazione" che sostituisce la parte danneggiata con un tessuto che ne imita la struttura. Il fegato ha un potenziale straordinario di rigenerazione delle parti danneggiate. Data la complessità  dell'architettura del tessuto che lo costituisce, per una sua completa ed efficace ricostituzione è necessario che procedano di pari passo la deposizione delle fibre di collagene che costituiscono l'impalcatura e la replicazione di tutte le popolazioni di cellule contenute nel fegato. Fra gli effetti che ha l'alcool c'è quello di ridurre marcatamente la replicazione degli epatociti (Diehl 1998). A fronte di una insufficiente replicazione delle principali cellule del fegato, gli epatociti, i meccanismi innescati dall'alcool stimolano una intensa attività  delle cellule stellate che depongono grandi quantità  di collagene e di altre componenti della struttura portante del tessuto epatico (Friedman 2008). Dallo squilibrio fra la componente cellulare e quella strutturale del tessuto epatico si crea il tipico aspetto del fegato prima fibrotico e poi cirrotico che si osserva nelle biopsie eseguite su molti etilisti cronici in stadio avanzato di danno epatico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/