MENU SEZIONE

Quando è avvenuto il primo contatto fra l'uomo e l'alcool? Non è facile identificare con esattezza quel momento della storia della specie umana ma quel che è certo è che l'alcool ha preceduto l'uomo sulla terra, visto che i componenti necessari per la sua formazione risalgono ad almeno duecento milioni di anni fa, nella tarda era paleozoica. Acqua, piante, con contenuto zuccherino o ricche di amidi, e lieviti, allora come ai giorni nostri, erano in grado di dar luogo alla formazione dell'alcool etilico. Si può affermare con certezza che la fermentazione, vale a dire il processo attraverso il quale i lieviti elaborano zuccheri e amidi, sia una delle reazioni chimiche più antiche verificatesi in natura.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Alcune ricerche archeologiche hanno documentato un consumo di bevande alcoliche circa settemila anni prima di Cristo, localizzandolo in Cina, dove esse venivano prodotte dalla fermentazione di riso, miele e frutta, ma è verosimile che già  nei millenni precedenti l'uomo ne fosse venuto a contatto; secondo alcuni autori, pitture murali, che risalgono al paleolitico, sarebbero state create in stato di ebbrezza, provocato da piante allucinogene o da bevande alcoliche, consumate nel corso di occasioni conviviali. Come dire che, nel caso delle bevande alcooliche, da sempre è stato difficile disgiungere il consumo dall'abuso.

Per quanto riguarda invece viticultura e vinificazione, le aree geografiche, nelle quali si ritiene che esse abbiano preso l'avvio, sarebbero a cavallo fra Mar Nero e Mar Caspio in regioni che ora appartengono a Turchia e Iran, mentre le prime bevande assimilabili alla birra sembrano essere state prodotte in Mesopotamia. Tutto questo avveniva fra i tre ed i quattromila anni prima di Cristo.