Restrizione dell’introito di sodio e di liquidi in adulti con scompenso cardiaco

Notizia |
Fact checked
Restrizione dell’introito di sodio e di liquidi in adulti con scompenso cardiaco

Una metanalisi ha valutato l’effetto della restrizione di sodio e di liquidi sui parametri nutrizionali di persone adulte con scompenso cardiaco. I risultati hanno indicato che la restrizione dell’assunzione di sodio può non essere una strategia efficace, mentre può esserlo la restrizione dei liquidi rapportata al peso.

Potrebbe interessarti anche…

Lo scompenso cardiaco è una malattia che dipende dall’alterazione strutturale o funzionale dell’irrorazione sanguigna dei tessuti. I sintomi principali sono congestione ed edema, associati alla ritenzione di liquidi. Tra gli approcci non farmacologici mirati a migliorare questi sintomi ci sono le restrizioni dell’assunzione di sodio e di liquidi. Tali approcci sono spesso consigliati nella pratica clinica, anche se è basso il livello delle evidenze sulle quali sono basati. Per questo motivo, Simão e colleghi hanno eseguito una metanalisi dei risultati delle ricerche realizzate per verificare l’effetto di queste restrizioni. Nel giugno del 2020 sono state eseguite ricerche bibliografiche nei più importanti archivi di letteratura scientifica. Sono stati selezionati gli articoli relativi a studi clinici randomizzati che avevano arruolato soggetti di 18 o più anni, ricoverati o seguiti in ambulatorio. In tutte le ricerche le restrizioni delle assunzioni di sodio e di liquidi sono state confrontate con la non applicazione di questi approcci. Nonostante i programmi di alimentazione basati sulla restrizione dell’assunzione di liquidi si siano dimostrati efficaci nel ridurre l’introduzione di questi ultimi, essi hanno aumentato la sensazione di sete e il peso corporeo rispetto a quanto rilevato nel gruppo di controllo. Anche l’associazione delle restrizioni dell’assunzione di sodio e di liquidi ha ridotto efficacemente l’introduzione di ambedue le componenti dell’alimentazione. D’altra parte, la combinazione della riduzione dell’assunzione di liquidi con la diminuzione marcata, a meno di 2 grammi al giorno, e moderata, tra 2 e 2.4 gr al giorno, dell’introduzione di sodio ha comportato un calo dell’introito di calorie, senza che si siano osservati cambiamenti del peso corporeo. Solo la riduzione più marcata dell’assunzione di sodio ha determinato l’aumento rilevante della sete. D’altronde, le prescrizioni delle sole riduzioni dell’introito di sodio  marcate o moderate (a meno di 2.4 gr/giorno), hanno diminuito peso corporeo e Indice di Massa Corporea, pur in assenza di modificazioni dell’introito calorico. Infine, la restrizione più marcata dell’assunzione di sodio (meno di 2 gr/giorno) si è associata a livelli di peso corporeo più elevati di quelli correlati all’introduzione con la dieta di 2-2.4 grammi di sodio al giorno.

Nelle conclusioni gli autori hanno sottolineato che la restrizione dell’assunzione di sodio può non essere un approccio efficace, in quanto le variazioni del peso corporeo che determina suggeriscono un aumento della congestione. Una riduzione dell’assunzione di fluidi rapportata al peso è l’approccio supportato da evidenze più robuste e non altera i parametri nutrizionali.                            

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.