Pacemaker temporaneo: il futuro della cura delle aritmie

Notizia |
Fact checked
Pacemaker temporaneo: il futuro della cura delle aritmie

Un gruppo di esperti statunitensi ha pubblicato un articolo nel quale si descrive un nuovo pacemaker, definito temporaneo, che potrebbe evitare alcuni degli svantaggi dei dispositivi oggi disponibili. La messa a punto del pacemaker temporaneo potrà rivoluzionare la cura di alcune forme di aritmie.

Potrebbe interessarti anche…

Nell’introduzione dell’articolo di Choi e colleghi si spiega che c’è un bisogno insoddisfatto di dispositivi, meno invasivi di quelli attuali, applicabili a malati con alterata frequenza dei battiti cardiaci. Infatti, i pacemaker oggi disponibili richiedono la connessione di elettrodi interni con il dispositivo che contiene le batterie e proprio tali connessioni sono la causa frequente di infezioni e di ricoveri anche prolungati. Gli autori hanno sviluppato un sistema micro-elettromeccanico biodegradabile a circuito chiuso. Questo nuovo dispositivo ha la caratteristica di permettere sia il monitoraggio che il controllo della frequenza cardiaca e viene riprogrammato, al bisogno, in risposta alla modificazione della fisiologia del cuore. l’integrazione tra i dati raccolti e gli stimoli inviati al cuore avviene grazie all’elettronica della quale è dotato e le batterie possono essere ricaricate in modalità wireless, cioè senza fili, attraverso la pelle. Ciò elimina completamente la necessità di installare cavi attraverso la cute. In un articolo del sito MedScape, che commenta quello di Choi e colleghi, si ricorda un caso di gravi conseguenze di una procedura correlata alla rimozione di un pacemaker che ha riguardato un personaggio famoso. Nel 2012 Neil Armstrong, il primo uomo ad avere camminato sulla luna, è deceduto poco tempo dopo essere stato sottoposto a un intervento per rimuovere un pacemaker. Quando i cavi connessi al dispositivo sono stati staccati si è verificato un grave sanguinamento che ha provocato il decesso. Eventi di questo tipo sono molto rari, ma non è impossibile che si verifichino. Ogni anno nel Mondo viene impiantato un milione di pacemaker per trattare aritmie e questa cura permette di prevenire quadri gravi e decessi. Circa nel 5% dei soggetti la rimozione del dispositivo determina un danno ai tessuti del cuore, perché i terminali dei cavi che portano gli stimoli elettrici all’organo finiscono per essere incapsulati in un tessuto cicatriziale. Il pacemaker temporaneo può essere impiantato in persone che richiedono una correzione temporanea delle alterazioni del ritmo cardiaco. Una volta che esso ha assolto alla sua funzione, si dissolverà senza rischi, liberando un farmaco antiinfiammatorio per prevenire reazioni da corpo estraneo. Il dispositivo monitora la funzione cardiaca grazie a quattro sensori indossabili, posizionati sul torace, sulla fronte, sul collo e sul braccio. Tali sensori registrano: temperatura corporea, concentrazioni di ossigeno nel sangue, respirazione, tono dei muscoli, attività fisica e attività elettrica del cuore. Il dispositivo incrocia i dati ricevuti dai sensori e genera di conseguenza stimoli che regolano la frequenza cardiaca.

La descrizione del pacemaker temporaneo anticipa una soluzione che in futuro potrà semplificare la gestione di molte forme di aritmie.           

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.