Pubblicate delle Linee Guida per la riabilitazione cardiologica

Notizia |
Fact checked
Pubblicate delle Linee Guida per la riabilitazione cardiologica

La riabilitazione cardiologica è una parte fondamentale della gestione clinica delle malattie cardiovascolari, ma non è applicata allo stesso modo dappertutto. Nelle Linee Guida per i Paesi europei di lingua tedesca appena pubblicate si forniscono indicazioni per ottimizzarne la diffusione.

Potrebbe interessarti anche…

La riabilitazione cardiovascolare consiste in un intervento terapeutico multidisciplinare che comprende una serie di approcci che hanno come obiettivo la prevenzione primaria o secondaria delle malattie cardiovascolari. La prevenzione primaria è quella volta a ridurre la comparsa di patologie mai presentatesi in precedenza, mentre la prevenzione secondaria ha l’intento di evitare il ripetersi di eventi acuti o di migliorare il decorso di patologie croniche. Nonostante l’utilità della riabilitazione cardiologica sia riconosciuta da tutti, esistono ancora differenze nella sua applicazione, sia fra Paesi ad alto e a basso reddito pro capite sia, nell’ambito di una stessa Nazione, fra aree con una migliore offerta di assistenza e altre più svantaggiate. Per uniformare i protocolli di riabilitazione cardiologica è importante definire le componenti dei protocolli stessi, le strategie per la loro applicazione e i requisiti minimi dei programmi di riabilitazione che siano in grado di ridurre morbilità e mortalità, di migliorare la qualità di vita e di facilitare un reinserimento nella vita sociale e lavorativa. Coerentemente con tutte queste premesse, un gruppo di esperti ha pubblicato Linee Guida, basate sull’evidenza, destinate a Paesi europei di lingua tedesca, come Germania, Austria e Svizzera tedesca. Per la preparazione di questo documento è stata raccolta letteratura scientifica sugli effetti della riabilitazione cardiovascolare sul quadro clinico e sulla prognosi di diverse malattie cardiovascolari. Le Linee Guida hanno coperto tutti gli aspetti della riabilitazione, dalle indicazioni ai contenuti, alle modalità di erogazione. Una volta formulate le Linee Guida, ogni passaggio delle stesse è stato verificato da membri indipendenti dell’Associazione delle Società Medico Scientifiche della Germania. Sono state eseguite quattro metanalisi per valutare gli effetti della riabilitazione cardiovascolare sulla prognosi della Sindrome coronarica acuta e del by-pass coronarico in persone con grave scompenso cardiaco sistolico cronico. Si è preso in considerazione anche l’effetto di interventi psicologici durante la riabilitazione cardiologica. Per tutte le altre indicazioni della riabilitazione cardiologica si sono utilizzate ricerche di letteratura e sono state formulate raccomandazioni basate su un processo di consenso. I risultati hanno indicato che la riabilitazione cardiologica multidisciplinare è associata a una riduzione significativa della mortalità da qualsiasi causa delle persone che hanno presentato Sindrome coronarica acuta o che sono state sottoposte a by-pass coronarico. Nei soggetti con scompenso cardiaco sistolico cronico si sono rilevati benefici, in particolare riguardo alla capacità di fare un’attività fisica e in termini di qualità di vita. Anche chi è affetto da altre malattie cardiovascolari può trarre vantaggio dalla riabilitazione cardiovascolare, ma le evidenze scientifiche sono meno chiare. Molte informazioni concordano nell’indicare che l’efficacia della riabilitazione è strettamente dipendente dalla “intensità di trattamento”, che comprende la supervisione del medico, la riduzione dei fattori di rischio cardiovascolare, l’informazione del malato e un volume minimo di attività fisica adattato a ciascun individuo. Il supporto psicologico dovrebbe essere integrato nella riabilitazione cardiologica in casi specifici.

Nelle conclusioni dell’articolo di presentazione delle Linee Guida gli autori hanno sottolineato che il documento conferma il beneficio sostanziale della riabilitazione cardiologica in specifiche indicazioni e descrive le lacune ancora esistenti nella formulazione dei suoi protocolli e nella sua applicazione.                   

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.