Infertilità e rischio di scompenso cardiaco

Notizia |
Fact checked
Infertilità e rischio di scompenso cardiaco

Un gruppo di esperti statunitensi ha studiato la relazione fra infertilità e rischio di sviluppo di scompenso cardiaco nelle donne. I risultati hanno indicato che l’infertilità si è associata in maniera statisticamente significativa al rischio di scompenso cardiaco, in maniera indipendente dai fattori di rischio cardiovascolari più comuni.

Potrebbe interessarti anche…

Nell’introduzione gli autori hanno segnalato che c’è una crescente consapevolezza circa le relazioni tra alterazioni dell’apparato riproduttivo e rischio di sviluppo di malattie cardiovascolari nelle fasi successive della vita. Nonostante varie evidenze abbiano suggerito anche un’associazione tra infertilità e malattie del cuore e dei vasi, questi aspetti sono stati meno studiati di altri. In particolare, non è stata esplorata la relazione tra infertilità e rischio di comparsa di scompenso cardiaco. Per questo motivo, Lau e colleghi hanno eseguito una ricerca nella quale si è valutata la probabilità di sviluppo dello scompenso cardiaco in generale, e dei suoi sottotipi, in donne con e senza problemi di infertilità. Sono state seguite nel tempo quelle inserite nel progetto denominato Women’s Health Initiative (iniziativa sulla salute della donna), per verificare l’eventuale comparsa dello scompenso. I problemi di infertilità sono stati registrati all’inizio dello studio e si è impiegato un metodo statistico denominato modelli di Cox multivariabile causa-specifici per definire l’eventuale associazione fra infertilità e comparsa dello scompenso cardiaco e dei suoi sottotipi: scompenso cardiaco con frazione di eiezione preservata (frazione di eiezione del ventricolo sinistro ≥ 50%) o scompenso cardiaco con frazione di eiezione ridotta (frazione di eiezione del ventricolo sinistro <50%). Delle 38.528 donne in età successiva alla menopausa (età media 63 ± 7 anni) che sono state valutate, 5.399 (15%) hanno riferito di avere avuto problemi di infertilità. Su un periodo di osservazione di 15 anni, 2.373 di questi soggetti hanno sviluppato uno scompenso cardiaco. Di questi 807 hanno avuto la forma con frazione di eiezione ridotta e 1.133 quella con frazione di eiezione preservata. L’infertilità si è associata, in maniera indipendente da altri fattori, con un aumentato rischio complessivo di scompenso cardiaco (rapporto di rischio 1.16; intervallo di confidenza al 95% 1.04-1.30; p=0.006). Da notare che, esaminando i sottotipi di scompenso, si è rilevato che l’infertilità si era associata al rischio che in seguito si sviluppasse scompenso cardiaco a frazione di eiezione preservata (rapporto di rischio 1.27; intervallo di confidenza al 95% 1.09-1.48; p=0.002), ma non quello a frazione di eiezione ridotta (rapporto di rischio 0.97; intervallo di confidenza al 95% 0.80-1.18).

Nelle conclusioni gli autori hanno evidenziato che, nella loro casistica, l’infertilità si è associata in maniera statisticamente significativa alla comparsa di scompenso cardiaco. Alla base di tale relazione c’è stato un aumento della probabilità di sviluppo dello scompenso cardiaco a frazione di eiezione preservata. Futuri studi dovranno chiarire i meccanismi sui quali si basa tale relazione.           

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.