Cosa favorisce la comparsa di fibrillazione atriale nelle persone con scompenso cardiaco?

Notizia |
Fact checked
Cosa favorisce la comparsa di fibrillazione atriale nelle persone con scompenso cardiaco?

Uno studio ha valutato quali fattori favoriscano la comparsa di fibrillazione atriale in soggetti con scompenso cardiaco. I risultati hanno indicato che oltre ai fattori di rischio più comuni della fibrillazione atriale associata a scompenso cardiaco, anche la disidratazione e l’aumento di Indice di Massa Corporea sembrano contribuire allo sviluppo dell’aritmia

Potrebbe interessarti anche…

Scompenso cardiaco e fibrillazione atriale spesso coesistono e circa un terzo dei malati che ha uno scompenso cardiaco svilupperà la fibrillazione atriale. La relazione fra le due malattie si basa su meccanismi fisiopatologici condivisi tanto che lo scompenso promuove anche l’evoluzione della fibrillazione atriale dalla forma parossistica a quella permanente. D’altra parte, i soggetti con fibrillazione atriale hanno un rischio aumentato di 2-3 volte che si sviluppi nel tempo uno scompenso cardiaco, rispetto a chi non presenta l’aritmia. Infine, la fibrillazione atriale si ripercuote negativamente sulla vita quotidiana delle persone con scompenso cardiaco e la qualità di vita di queste ultime migliora quando viene ristabilito un ritmo normale. Chuda e colleghi hanno eseguito uno studio per valutare quali fattori si associavano alla presenza di fibrillazione atriale in soggetti con scompenso cardiaco. Sui 113 casi analizzati, con un’età media di 64 anni, per il 57.6% maschi e tutti ricoverati per scompenso cardiaco, in 23 (20.35%) c’era una fibrillazione atriale, mentre 90 (79.7%) presentavano una frequenza cardiaca normale. Rispetto a questi ultimi, chi aveva la fibrillazione atriale era più anziano (66 rispetto a 64 anni; p=0.039), aveva un Indice di Massa Corporea più alto (32.02 rispetto a 28.51 kg/m2; p=0.017) e aveva anche una maggiore percentuale di massa grassa (37.0 rispetto a 27.9%; p=0.014). Inoltre, nel gruppo con fibrillazione atriale c’erano più soggetti disidratati, con una percentuale più bassa di acqua corporea totale (45.7 rispetto a 50.0%; p=0.022). Nella ricerca sono stati valutati numerosi altri parametri clinici e strumentali e, applicando specifici metodi statistici, gli autori hanno osservato che un Indice di Massa Corporea maggiore (rapporto di probabilità 1.23 per unità di aumento, p<0.001), un minore contenuto di acqua nell’organismo (rapporto di probabilità 0.90 per unità di aumento, p=0.03), un più elevato indice del volume dell’atrio sinistro (rapporto di probabilità 1.07 per unità di aumento, p=0.03) e una minore escursione del piano anulare della tricuspide durante la sistole (rapporto di probabilità 0.74 per unità di aumento, p=0.003) erano associati, in maniera indipendente, alla comparsa di fibrillazione atriale, nelle persone con scompenso cardiaco.

L’aumento di volume dell’atrio sinistro e la disfunzione del ventricolo destro durante la sistole sono fattori di rischio già noti per la comparsa di fibrillazione atriale nei soggetti con scompenso cardiaco. I risultati di questo studio hanno suggerito che anche la disidratazione e l’aumento dell’Indice di Massa Corporea possono giocare un ruolo importante.

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.