La diagnosi dello scompenso cardiaco nelle Linee Guida Europee

Notizia |
Fact checked
La diagnosi dello scompenso cardiaco nelle Linee Guida Europee

Questo aggiornamento riporta le indicazioni contenute nelle Linee Guida Europee sullo scompenso cardiaco pubblicate dalla Società Europea di Cardiologia (European Society of Cardiology: ESC).

Potrebbe interessarti anche…

La diagnosi di scompenso cardiaco parte dal rilievo della presenza dei segni e dei sintomi tipici di questa malattia: astenia, gonfiore alle caviglie e ‘fiato corto”. D’altra parte, le sole manifestazioni cliniche non sono sufficienti per formulare la diagnosi. È importante, quindi, raccogliere un’anamnesi dettagliata, per verificare se sono presenti malattie come ipertensione, diabete e insufficienza renale, se in passato ci sono stati un infarto del miocardio o un trattamento con una chemioterapia dannosa per il cuore o se c’è un problema di etilismo. Infine, è importante sapere se c’è una storia familiare di malattie di cuore dovute all’alcol o di morte improvvisa. Se la raccolta di tutte queste informazioni fa sospettare una diagnosi di scompenso cardiaco, è bene eseguire un elettrocardiogramma, in quanto, se il suo esito è normale, è molto probabile che non ci sia uno scompenso cardiaco. Se invece si rilevano fibrillazione atriale, onde Q specifiche, ipertrofia del ventricolo sinistro e un ampliamento della sequenza di onde QRS, è più probabile che lo scompenso cardiaco ci sia. Esami del sangue che contribuiscono a confermare la diagnosi sono la misurazione della concentrazione dei peptidi natriuretici e di urea ed elettroliti. Inoltre, vanno eseguiti un emocromo e gli esami che verificano la funzione della tiroide e quella del fegato, per escludere una causa diversa dei segni e sintomi che si sono manifestati. L’ecocardiografia viene raccomandata dalle Linee Guida come esame chiave per valutare la funzione del cuore, in quanto permette di verificare l’aspetto e le dimensioni delle cavità dell’organo e di studiare la dinamica della contrazione delle sue pareti e quella della funzione delle valvole. Un esame radiologico del torace è utile, sia per escludere altre cause del fiato corto, sia per individuare eventuali anomalie del ventricolo sinistro. Le Linee Guida raccomandano anche altri approfondimenti di indagini, dall’ecocardiografia sotto sforzo o sotto stimolo farmacologico alla risonanza magnetica cardiaca, dalla tomografia computerizzata con studio delle arterie coronariche alla coronarografia. Questi esami servono a completare il percorso diagnostico e a precisare la causa dello scompenso cardiaco. È bene che ci sia un’adeguata sensibilizzazione circa il rilievo dei sintomi tipici dello scompenso cardiaco, in quanto la loro individuazione precoce da parte di chi li presenta è la premessa per una diagnosi tempestiva e per un altrettanto tempestivo trattamento. 

È bene che ci sia un’adeguata sensibilizzazione circa il rilievo dei sintomi tipici dello scompenso cardiaco, in quanto la loro individuazione precoce da parte di chi li presenta è la premessa per una diagnosi tempestiva e per un altrettanto tempestivo trattamento.        

Fact checking

Fact checking disclaimer

ll team di Fondazione si impegna a fornire contenuti che aderiscono ai più alti standard editoriali di accuratezza, provenienza e analisi obiettiva. Ogni articolo è accuratamente controllato dai membri della nostra redazione. Inoltre, abbiamo una politica di tolleranza zero per quanto riguarda qualsiasi livello di plagio o intento malevolo da parte dei nostri scrittori e collaboratori.

Tutti gli articoli di Fondazione Merck Serono aderiscono ai seguenti standard:

  • Tutti gli studi e i documenti di ricerca di cui si fa riferimento provengono da riviste o associazioni accademiche di riconosciuto valore, autorevoli e rilevanti.
  • Tutti gli studi, le citazioni e le statistiche utilizzate in un articolo di notizie hanno link o riferimenti alla fonte originale.
  • Tutti gli articoli di notizie devono includere informazioni di base appropriate e il contesto per la condizione o l'argomento specifico.