MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Ruolo della dieta a basso contenuto di nichel in persone con sintomi intestinali

Notizia

PUBBLICATO

Ruolo della dieta a basso contenuto di nichel in persone con sintomi intestinali

Un gruppo di ricercatori italiani ha eseguito uno studio pilota per valutare l’effetto di una dieta a basso contenuto di nichel in soggetti con allergia a questo elemento e con sintomi intestinali. La dieta ha determinato una riduzione dei sintomi e questo costituirà lo spunto per ulteriori approfondimenti.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

La Sindrome dell’Intestino Irritabile si può manifestare con vari sintomi che vanno dal dolore all’addome, al gonfiore, alla diarrea o alla stipsi. La Sindrome è all’origine di molte visite ed esami medici ed è anche oggetto di frequenti trattamenti “fai da te”, che spesso sono del tutto inadeguati. I meccanismi che provocano questi quadri sono dovuti ad alterazioni della regolazione della funzione dell’intestino e possono accompagnarsi a processi di infiammazione. D’altra parte, la Sindrome dell’Intestino Irritabile propriamente detta non ha una causa individuabile. Nelle persone allergiche al nichel si possono presentare sintomi del tutto identici a quelli della Sindrome dell’Intestino Irritabile. Tali sintomi si associano però alle lesioni della pelle tipiche dell’allergia al nichel, definendo un quadro chiamato in inglese Systemic Nichel Allergy Syndrome (SNAS), traducibile in italiano in: Sindrome da Allergia Sistemica al Nichel. La concomitanza fra i sintomi intestinali e le lesioni cutanee di solito aiuta a orientare correttamente la diagnosi. Ulteriori considerazioni su questa condizione, che gli autori riportano nell’introduzione dell’articolo, sono: che nelle persone con Sindrome dell’Intestino Irritabile si riduce l’efficacia della funzione della parete dell’intestino come “barriera” e che, fra le alterazioni provocate dall’allergia al nichel, ci sono specifiche modificazioni dell’attività del sistema immunitario nell’intestino. Rizzi e colleghi hanno eseguito una ricerca pilota per verificare se una dieta a basso contenuto di nichel modificasse i sintomi intestinali e la permeabilità della parete dell’intestino in 20 soggetti con allergia al nichel. All’inizio dello studio, la maggior parte delle persone arruolate aveva diarrea e mostrava un aumento della permeabilità della parete dell’intestino. Dopo 3 mesi, nei quali i soggetti arruolati avevano seguito una dieta a basso contenuto di nichel e avevano tenuto un diario delle loro abitudini alimentari, si è ottenuto un significativo e costante miglioramento dei sintomi, mentre non si è modificata la permeabilità dell’intestino.

L’evidenza raccolta in termini di miglioramento dei sintomi intestinali, in persone con allergia al nichel sottoposte a dieta a basso contenuto di questo elemento, costituisce uno spunto interessante per future ricerche su casistiche adeguate.

Tommaso Sacco

Fonte: Irritable Bowel Syndrome and Nichel Allergy: What Is the Role of the Low Nichel Diet? Journal of Neurogastroenterology and Motility, Vol. 23 No. 1 January, 2017