MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Pubblicata una revisione della letteratura sull’allergia allo sperma

Notizia

PUBBLICATO

Pubblicata una revisione della letteratura sull’allergia allo sperma

Un gruppo di specialisti dell’Università di Bonn, in Germania, ha pubblicato una revisione della letteratura sull’allergia allo sperma: è un problema di cui è difficile definire la diffusione, ma che può provocare infertilità.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Allam e colleghi hanno analizzato la letteratura sull’allergia allo sperma per fare il punto sulle attuali conoscenze sull’argomento. Mancano dati affidabili sulla diffusione del problema, ma è stato definito il meccanismo attraverso il quale si sviluppa. Si tratta di una reazione allergica da ipersensibilità immediata normale. Una volta determinatasi una sensibilizzazione del sistema immunitario allo sperma, al successivo contatto, come per molte altre allergie, si sviluppano segni e sintomi di gravità variabile, localizzati o estesi a tutto l’organismo. Prurito, gonfiore e arrossamento si possono manifestare nel punto di contatto, ma in qualche caso si verificano orticaria diffusa, angioedema e anafilassi, anche di gravità elevata. Gli allergeni finora identificati nello sperma sono relativi alla sua parte liquida, mentre finora non sono mai state dimostrate allergie agli spermatozoi. Gli autori hanno classificato gli allergeni della parte liquida dello sperma in tipici e atipici. Fra quelli tipici ce n’è uno denominato antigene prostatico specifico (in inglese: prostate-specific antigen, PSA). Fra quelli atipici, ci sono molecole che derivano da farmaci assunti o da cibi introdotti, che vengono trasferiti, con meccanismi non del tutto chiariti, nel liquido dello sperma. Essi provocano allergia in soggetti sensibilizzati verso tali componenti, che vengano a contatto con lo sperma. L’individuazione di questa allergia può partire da una prova molto semplice: se usando un preservativo non si manifestano i segni e sintomi abitualmente presenti quando l’eiaculazione è “libera”, si può certamente sospettare un’allergia allo sperma. Per ulteriori approfondimenti, si possono eseguire prick test e patch test con gli allergeni specifici più comuni.

Nelle conclusioni Allam e colleghi ricordano che, in caso di allergia allo sperma che provochi infertilità, si possono applicare procedure di Procreazione Medicalmente Assistita che impiegano spermatozoi da soli, senza liquido spermatico.

Tommaso Sacco

Fonte: Semen allergy; Der Hautarzt, 2015 Oct 21