MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Passate in rivista le attuali conoscenze sui meccanismi che determinano la comparsa dell’anafilassi

Notizia

PUBBLICATO

Passate in rivista le attuali conoscenze sui meccanismi che determinano la comparsa dell’anafilassi

Una revisione della letteratura ha passato in rivista le evidenze oggi disponibili riguardo ai meccanismi che provocano lo sviluppo delle reazioni anafilattiche nei soggetti allergici. La loro conoscenza può aiutare a prevederne la comparsa e a gestirne l’andamento.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

L’anafilassi è una reazione che può mettere a rischio la vita, coinvolgendo molti apparati dell’organismo. Varie cause sono all’origine delle reazioni allergiche che provocano l’anafilassi: alimenti, farmaci e veleno degli imenotteri. I meccanismi che, a partire dal contatto con l’allergene, portano all’anafilassi sono complessi e articolati. Inoltre, alcuni di essi contribuiscono a indurla, mentre altri ne modulano la gravità. Gli anticorpi IgE, i mastociti e i granulociti basofili giocano ruoli rilevanti nei processi di sviluppo delle forme più comuni di anafilassi, ma essa può essere conseguenza di meccanismi che non coinvolgono le IgE, e invece dipendono dall’attivazione di granulociti neutrofili e basofili, di macrofagi e del coinvolgimento del sistema del complemento, che dipende dagli anticorpi IgG. Evidenze recenti hanno dimostrato che i mastociti sono attivati anche indipendentemente dall’azione degli anticorpi, mediante il legame di specifiche molecole con il recettore MRGPRX2. Un altro aspetto interessante è quello dei fattori che favoriscono o amplificano la reazione anafilattica. L’intervento di tali fattori spiega come mai il contatto dello stesso soggetto con lo stesso allergene in alcuni casi provochi una grave anafilassi e, in altri, reazioni più limitate. Gli autori della revisione citano, come fattori che influenzano la gravità della reazione: esercizio fisico, assunzione di alcol, cure con estrogeni, FANS e altri farmaci utilizzati per trattare ipertensione (ACE-inibitori e β-bloccanti) e dislipidemie. D’altra parte, si segnala che, ad alcuni di questi fattori, è attribuito l’effetto di favorire o aggravare la comparsa dell’anafilassi, senza che siano stati individuati con precisione i meccanismi attraverso i quali esso si determina.

Tommaso Sacco

Fonte: Mechanisms, Cofactors, and Augmenting Factors Involved in Anaphylaxis; Frontiers in Immunology, 2017; 8: art 1193, pag 1-7.