MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Dal Parlamento Europeo un monito a tenere alta l’attenzione alle allergie

Notizia

PUBBLICATO

Dal Parlamento Europeo un monito a tenere alta l’attenzione alle allergie

Un’iniziativa che ha coinvolto il Parlamento Europeo si è proposta di sensibilizzare sulle allergie e di rilanciare la necessità di un piano d’azione a tutela dei cittadini europei che ne sono affetti.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

La scorsa primavera l’Accademia Europea di Allergia e Immunologia Clinica (European Academy of Allergy and Clinical Immunology: EAACI), insieme alla Federazione Europea delle Associazioni di Pazienti di Allergia e Malattie delle Vie Respiratorie (European Federation of Allergy and Airway Diseases Patients Associations: EFA) e al Gruppo di interesse sulle allergie e sull’asma del Parlamento Europeo, ha condotto una campagna di sensibilizzazione sulle allergie eseguendo un prick test, ossia un test cutaneo per la ricerca di allergie a vari allergeni, tra i parlamentari.

Su 406 membri del parlamento che si sono sottoposti all’esame, 211 (52%) hanno riferito di avere sofferto in passato di allergia, con i seguenti quadri clinici: riniti nel 40% dei casi, congiuntiviti nel 36%, forme localizzate alla pelle nel 27%, tracheiti e bronchiti nel 14% e forme localizzate all’intestino nell’8%. Dei 381 prick test con risultati attendibili, 201, il 53%, hanno dimostrato una reazione della pelle. Di questi, 70, il 35%, presentavano sensibilità verso un solo allergene, mentre 131, il 65%, avevano una sensibilizzazione a più allergeni. Gli allergeni più spesso all’origine delle reazioni erano: pollini del fieno, in 108 casi, acari della polvere, dermatophagoides pteronyssinus e farinae in 105 e in 96 casi rispettivamente, e pollini di betulla in 85 casi.

È da sottolineare che in 54 soggetti che non avevano riferito una storia di allergia o sintomi allergici, il 14% dei partecipanti all’indagine, è stata evidenziata una positività al prick test, anche se non rilevante da un punto di vista clinico.

Questa iniziativa ha evidenziato quanto le allergie siano diffuse nella popolazione e ha confermato la necessità di lanciare piani di prevenzione, da mettere in pratica per la salute della collettività.

Testi a cura della redazione scientifica Editamed

Fonte: European symposium on the awareness of allergy: report of the promotional campaign in the European Parliament (April 26-28, 2016); Allergy 2016; Oct 3.