MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

I figli delle madri stressate sono a maggior rischio di allergie?

Notizia

PUBBLICATO

I figli delle madri stressate sono a maggior rischio di allergie?

Una ricerca ha valutato se lo stress al quale è stata sottoposta la madre in gravidanza influisca sulla comparsa di sintomi di allergia nel primo anno di vita del figlio. Nei figli di madri stressate si è riscontrata una frequenza maggiore di dispnea, sintomo che può avere cause diverse dalle malattie allergiche.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Vari studi hanno indicato che i figli di madri sottoposte a stress durante la gravidanza sono affetti da allergie più frequentemente di quelli di madri non stressate, ma i meccanismi sui quali si basa questa relazione non sono stati individuati. Un gruppo di ricercatori polacchi ha eseguito una ricerca che ha avuto l’obiettivo di verificare se l’esposizione della madre a diversi tipi di stress durante la gravidanza modificava la frequenza di comparsa nel figlio, nel primo anno di vita, di: dermatite atopica, allergie alimentari, dispnea e infezioni ricorrenti delle vie respiratorie. Sono state selezionate 370 coppie madre+bambino, individuando le madri che, durante la gravidanza, avevano lavorato per almeno un mese. Il livello di stress percepito è stato misurato con tre diversi questionari standardizzati e la presenza dei sintomi e delle malattie nei bambini è stata verificata al compimento del 12° mese. I risultati hanno evidenziato una relazione statisticamente significativa fra livelli elevati di stress raccolti nella madre con i questionari e comparsa di almeno un episodio di dispnea durante il primo anno di vita del figlio. L’aumento del rischio di comparsa di questo sintomo (OR 1.09, 95% CI 1.01-1.02) è stato indipendente da altri possibili fattori come il numero di infezioni o l’abitudine al fumo della madre. Un’altra relazione riscontrata, ma senza una significatività statistica, è stata quella fra stress e infezioni ricorrenti nei bambini.

Nelle conclusioni, gli autori interpretano i risultati ottenuti come una conferma della relazione fra stress subito dalle madri e sviluppo di allergie nei figli, pur segnalando la necessità di altri studi che indaghino questi aspetti. In realtà, a ben vedere, la dispnea individuata può avere anche altre cause, oltre all’allergia, e il riscontro di infezioni ricorrenti fa pensare più a una riduzione delle difese immunitarie. Tutto ciò indica che solo l’esecuzione di studi più accurati e su popolazioni più ampie potrà produrre evidenze chiare su questa relazione.

Tommaso Sacco

Fonte: Maternal Stress During Pregnancy and Allergic Diseases in Children During the First Year of Life; Respiratory Care, 2017 Oct 17