MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Congiuntivite allergica e rinite: un’associazione frequente

Notizia

PUBBLICATO

Congiuntivite allergica e rinite: un’associazione frequente

La congiuntivite allergica è spesso associata ad altre manifestazioni allergiche, in particolare alla rinite. Nonostante questa associazione sia stata riscontrata spesso, non sono molti gli studi che hanno indagato la frequenza con cui si manifesta e i fattori e le condizioni che la determinano. Un recente sondaggio italiano ha permesso di far luce su alcuni di tali fattori.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

La forma più comune di congiuntivite è provocata da allergie ed è caratteristica di alcune stagioni, dovuta, in particolare, al contatto con i pollini. I sintomi tipici sono arrossamento, gonfiore delle palpebre e prurito. I centri specializzati riferiscono tuttavia che le forme croniche sono tra le malattie agli occhi più viste dagli oculisti, probabilmente perché, proprio per queste forme, ci si rivolge più frequentemente allo specialista.

È stato stimato che le congiuntiviti allergiche siano presenti in circa il 30-71% delle persone che soffrono di riniti. La congiuntivite allergica da sola è invece presente nel 6-30% della popolazione generale e in più del 30% dei bambini, A volte si presenta da sola, altre volte associata a rinite.

Per meglio comprendere quali siano le condizioni che possono innescare questo disturbo, un gruppo di ricercatori italiani ha condotto un sondaggio a livello nazionale. Sono stati coinvolti 304 oculisti e sono stati analizzati i dati, da loro forniti, relativi ai soggetti con congiuntiviti allergiche. Ne è emerso che, il 30% di chi ha questo problema, presenta episodi frequenti con sintomi intensi e persistenti. La maggior parte, invece, presenta ogni anno pochi episodi di congiuntivi intermittenti e di media intensità.

Una comprensione più approfondita della patologia, per sono definire meglio i soggetti che ne sono maggiormente affetti, quanto sia diffusa la patologia e come sia distribuita nella popolazione, sarebbe utile anche per stabilire quali possano essere i trattamenti più adatti. Ulteriori studi potrebbero, inoltre, consentire valutarne l’impatto sul Sistema Sanitario Nazionale e analizzare i costi e benefici del trattamento.

Testi a cura della redazione scientifica Editamed

Fonte: Epidemiology of allergic conjunctivitis: clinical appearance and treatment patterns in a population-based study; Current Opinion in Allergy and Clinical Immunology, October 2015 - Volume 15 - Issue 5.

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI