MENU SEZIONE
MENU SEZIONE

Che peso ha la familiarità nello sviluppo delle allergie alimentari?

Notizia

PUBBLICATO

Che peso ha la familiarità nello sviluppo delle allergie alimentari?

Uno studio australiano ha valutato, su un’ampia casistica, la relazione fra la presenza di casi di allergia in famiglia e lo sviluppo di allergie ad alimenti nei bambini. Il gruppo di soggetti che rientravano nella categoria oggi definita a “a rischio” ha mostrato solo un modesto aumento della frequenza di casi di allergie ad alimenti, che invece era molto più alta nei bambini che avevano due o più parenti allergici.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Nell’introduzione dell’articolo, gli autori spiegano che la ricerca ha voluto approfondire un aspetto ancora relativamente poco definito, quello dell’influenza della familiarità, vale a dire della trasmissione dei caratteri genetici fra membri di una stessa famiglia, nello sviluppo delle allergie alimentari. Comunemente questo fattore è ritenuto rilevante e si considera “a rischio” un bambino che abbia un parente di primo grado allergico, ma secondo gli autori le prove a supporto di questa definizione non sono sufficientemente robuste.

Per questo Koplin e colleghi hanno esaminato un campione di 5.276 bambini di un anno nei quali l’allergia è stata confermata con la prova di scatenamento. Con apposite analisi statistiche sono stati isolati i singoli fattori di rischio che potevano associarsi alla presenza dell’allergia. L’allergia alimentare è stata confermata in 534 bambini, quindi circa un 10% della popolazione esaminata. Nel gruppo dei soggetti comunemente definiti a rischio, quelli con un parente di primo grado che soffre di allergie, l’aumento di frequenza, rispetto ai bambini senza parenti allergici era di circa un 40%, quindi modesto. Molto più elevato era l’incremento di rischio nei bambini che avevano in famiglia due o più persone allergiche: +80%.

Gli autori hanno concluso suggerendo di modificare i criteri di familiarità secondo i quali oggi viene identificato il rischio di sviluppare allergie alimentari, sia nel campo della ricerca, che in quello della pratica clinica.

Tommaso Sacco

Fonte: The impact of family history of allergy on risk of food allergy: a population-based study of infants; International Journal of Environmental Research and public Health, 2013, 10(11), 5364-5377.