MENU SEZIONE

Cause e meccanismi dell'asma

Come già detto, l’asma non è provocato solo dalle allergie. Abitudini di vita come il fumo, infezioni ricorrenti a carico delle vie aeree e, in qualche caso, la semplice esposizione all’aria fredda o all’attività fisica intensa scatenano crisi d’asma. Questa scheda è dedicata in particolare all’asma allergico, all’origine del quale c’è la sensibilità eccessiva ad allergeni come acari della polvere, pollini, polveri e peli e altri derivati di animali. Va segnalato, però, che anche l’asma causato dalle allergie risente di fattori che favoriscono la comparsa degli episodi acuti o il mantenimento dei fenomeni infiammatori, fra quali respirare aria inquinata o sostanze irritanti o avere problemi di umore come l’ansia.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Il meccanismo alla base dell’asma allergico è lo stesso descritto per le più comuni forme di allergia. Ad un precedente contatto con l’allergene, che stimola il sistema immunitario a produrre cellule predisposte a reagire contro l’allergene stesso, fanno seguito ulteriori contatti fra il sistema immunitario e l’allergene, che attivano meccanismi di infiammazione, ai quali partecipano cellule e molecole del sistema immunitario. Con il ripetersi di queste reazioni, l’infiammazione può diventare cronica, provocando sintomi continui e gravi. In particolare, giocano un ruolo importante i linfociti T helper di tipo 2 (Th2) che si localizzano in gran numero nelle pareti delle vie aeree. Queste cellule producono molecole che alimentano l’infiammazione e favoriscono la produzione di anticorpi IgE che a loro volta interagiscono con i mastociti provocando il rilascio di istamina e di altre molecole come i leucotrieni. I mediatori liberati nei tessuti provocano modificazioni della funzione e della struttura delle vie aeree come: la contrazione esagerata dei muscoli presenti nella parete dei bronchi (broncospasmo), l’accumulo di liquidi nello spessore dei tessuti (edema) e l’aumento della secrezione di muco all’interno del lume. Queste alterazioni, a loro volta, sono all’origine dei sintomi dell’asma. Ciò che può rendere cronici infiammazione e sintomi è lo sviluppo di circoli viziosi fra liberazione di molecole che stimolano l’infiammazione e il contatto con allergeni che innescano reazioni allergiche che, se non contrastati, inducono continui peggioramenti del quadro clinico.

Un ulteriore fattore che gioca un ruolo nello sviluppo dell’asma, è la predisposizione attribuibile a geni. Da tempo gli esperti studiano questa relazione, sono stati identificati diversi geni che regolano meccanismi del sistema immunitario e questi sono stati correlati alla presenza di asma, ma resta ancora da definire in che misura fattori legati all’ambiente influenzino l’espressione dei geni stessi, cioè il loro effetto sulle funzioni del sistema immunitario.

Vedere anche in Asma: