MENU SEZIONE

Diagnosi dell'allergia alle muffe

La diagnosi delle allergie alle muffe è fra le più difficili da formulare perché, come detto in precedenza, non c’è un collegamento con le stagioni, come accade per quelle da pollini, e la possibile causa non è così evidente, come la presenza in casa di un animale. Inoltre, chi è abituato a vivere in una casa, può non conoscere, o tende a sottovalutare, la presenza di muffe in questo ambiente. Non va sottovalutato il problema che si può porre nel caso in cui un soggetto, con sospetta allergia alle muffe, lavori in un ambiente chiuso. In questo caso si dovrebbe definire se le muffe sono presenti in tale ambiente o in quello domestico o in tutti e due. Analisi di campioni raccolti negli ambienti possono contribuire a formulare la diagnosi, ma certo non sono facili da eseguire. E’ possibile sottoporre il soggetto allergico a prove cutanee come il prick test o il patch test e anche a esami del sangue come il RAST. A rendere più complessa la diagnosi c’è il fatto che la maggior parte delle persone allergiche alle muffe lo è anche nei confronti di altri allergeni presenti nell’aria, come i pollini.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Vedere anche in Allergia alle muffe

CONTATTA L'ESPERTO

Ricevi le risposte ai tuoi quesiti

Fai una domanda

CONTENUTI CORRELATI