MENU SEZIONE

Meccanismi immunitari nell'allergia agli alimenti

C’è chi si stupisce della diffusione delle allergie agli alimenti, anche se gli esperti ritengono che la sua prevalenza sia sovrastimata, ma sapendo quanto difficile e complesso sia il lavoro del sistema immunitario nell’intestino, la comparsa di alterazioni di tipo allergico non è neanche troppo frequente. Infatti, l’intestino entra in contatto quotidianamente, fin dal primo giorno di vita, con un’enorme quantità di molecole, derivate dal cibo e dai microrganismi presenti nell’intestino (definiti nell’insieme microbiota). Queste molecole devono essere individuate, riconosciute e “accettate” o contrastate ed eliminate dal sistema immunitario. Una grande mole di lavoro, che espone al rischio di errore.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Esistono tre tipologie di meccanismi che sostengono le reazioni allergiche agli alimenti: quelli nei quali entrano in gioco gli anticorpi IgE, quelli che non li coinvolgono e le forme miste, nelle quali coesistono aspetti dei primi due tipi. Le reazioni allergiche con coinvolgimento delle IgE si sviluppano secondo passaggi già descritti nella scheda sulle reazioni del sistema immunitario: una cellula che presenta l’antigene processa una molecola. Questa viene esposta sulla membrana legata al complesso maggiore di istocompatibilità. Dall’interazione fra linfociti T e l’antigene esposto deriva una reazione a catena, che coinvolge altre linee di linfociti T e linfociti B, e questi ultimi, in particolare, produrranno anticorpi IgE, il tutto regolato dalle citochine. Le IgE prodotte nei confronti dell’antigene si legano a molecole, denominate recettori, presenti sulla superficie esterna di mastociti, granulociti basofili e macrofagi, innescando una reazione allergica che scatterà al secondo contatto con lo stesso antigene. Ma perché un soggetto allergico sviluppa una sensibilità a molecole che non suscitano reazioni nelle persone non allergiche? Perché negli allergici non funzionano in maniera adeguata i meccanismi di tolleranza (inserire link con scheda dedicata) per cause che non sono state del tutto definite, ma certamente sono influenzate dal corredo genetico (DNA) e da fattori relativi all’ambiente.

Vedere anche in Allergia agli alimenti: