MENU SEZIONE

Diagnosi, cura e prevenzione dell'allergia agli acari

L’esame più efficace nel formulare una diagnosi di allergia agli acari della polvere è il Prick test. In alternativa si possono eseguire esami del sangue che rilevano la presenza delle IgE prodotte nei confronti degli allergeni degli acari.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!
Rimani in contatto e sempre aggiornato sulle ultime notizie.

www.fondazioneserono.org/newsletter/

Cura e prevenzione

Per prevenire l’allergia agli acari e per ridurre i segni e i sintomi che essa provoca sarebbero opportune misure igieniche volte a ridurne la presenza in casa. Specifici dispositivi in grado di rilevare la presenza di acari nell’ambiente si possono acquistare in farmacia. Il mantenimento di una temperatura compresa fra 18 e 20 gradi e di un’umidità inferiore al 50% riducono il rischio di contaminazione degli ambienti. Un’opportuna pulizia di mobili, soprammobili e tappezzerie è sempre raccomandata, i rivestimenti in pelle e materassi e cuscini in materiale sintetico sarebbero da preferire a quelli in stoffa. Giocattoli di tessuto e altri materiali che raccolgono polvere possono essere a rischio per bambini allergici. Per quanto riguarda gli indumenti, piumini, maglioni e cappotti dovrebbero essere lasciati all’aria e al sole, dopo essere stati indossati, prima di essere riposti negli armadi.

Efficaci nel trattamento delle allergie da acari sono i vaccini antiallergici che permettono di ridurre la sensibilità del sistema immunitario alle componenti degli acari della polvere prevenendo la comparsa delle reazioni allergiche.

Infine, per quanto riguarda la cura dei quadri clinici provocati dall’allergia agli acari, rinite, congiuntivite, asma e reazioni cutanee, si rimanda alle schede che li trattano in dettaglio.

Vedere anche in Allergia agli acari della polvere